Cerca
Close this search box.

Pneumatici fuori uso, qualcosa si muove

>
>
>
Pneumatici fuori uso, qualcosa si muove

Segnaliamo alle imprese associate che si trovano al momento in difficoltà per lo smaltimento PFU, che uno smaltitore abilitato è al momento disponibile per il ritiro sul mantovano. Per informazioni contattare Silvia Santangelo [email protected]

Finalmente qualcosa si muove sul fronte pneumatici fuori uso (Pfu). A distanza di poco più di una settimana dalla videoconferenza, alla presenza della dottoressa Laura D’Aprile, direttore della Direzione generale per l’economia circolare del Ministero dell’Ambiente, è stato emanato un provvedimento che obbliga tutti i soggetti responsabili della gestione degli pneumatici fuori uso ad intervenire con una quota aggiuntiva del 15% rispetto al target di raccolta di riferimento, con eventuale aumento del contributo ambientale fissato. Una quota integrativa che, se necessario, potrebbe essere aumentata fino al 20% con un provvedimento successivo. Ci auguriamo che questo possa far fronte alla situazione di emergenza e alle numerose criticità segnalate dalle officine e che anche la nostra associazione aveva rappresentato alla dottoressa D’Aprile.

Segnaliamo alle imprese associate che si trovano al momento in difficoltà per lo smaltimento PFU, che uno smaltitore abilitato è al momento disponibile per il ritiro sul mantovano. Per informazioni contattare Silvia Santangelo [email protected]

Finalmente qualcosa si muove sul fronte pneumatici fuori uso (Pfu). A distanza di poco più di una settimana dalla videoconferenza, alla presenza della dottoressa Laura D’Aprile, direttore della Direzione generale per l’economia circolare del Ministero dell’Ambiente, è stato emanato un provvedimento che obbliga tutti i soggetti responsabili della gestione degli pneumatici fuori uso ad intervenire con una quota aggiuntiva del 15% rispetto al target di raccolta di riferimento, con eventuale aumento del contributo ambientale fissato. Una quota integrativa che, se necessario, potrebbe essere aumentata fino al 20% con un provvedimento successivo. Ci auguriamo che questo possa far fronte alla situazione di emergenza e alle numerose criticità segnalate dalle officine e che anche la nostra associazione aveva rappresentato alla dottoressa D’Aprile.