Cerca
Close this search box.

PNEUMATICI FUORI USO: NUOVI IMPORTI DAL 01/01/2016

>
>
>
PNEUMATICI FUORI USO: NUOVI IMPORTI DAL 01/01/2016

crop_2830331_1311176342Sono stati pubblicati i nuovi importi dei contributi ambientali da applicare dal 1/1/2016 per la gestione dei pneumatici fuori uso (PFU) nel mercato del ricambio dei Consorzi Ecopneus e Ecotyre. I nuovi importi, sensibilmente diminuiti rispetto a quelli applicati fino al 31/12/2015: scarica le nuove tabelle di importi.

Ricordiamo che:

– l’importo è fissato in Euro/pneumatico (IVA esclusa) a seconda delle diverse tipologie e del peso dei pneumatici;

– l’importo del contributo deve essere indicato sul documento fiscale (fattura/scontrino fiscale/ricevuta fiscale) di vendita dei pneumatici in riga separata, con la seguente dicitura “contributo ambientale ai sensi dell’art. 228 del D. Lgs. 3 aprile 2006, n. 152”, in tutti i passaggi di commercializzazione dei pneumatici nel mercato del ricambio fino al consumatore finale (produttore/importatore pneumatico -> distributori -> gommista/autoriparatore -> utente finale).

Il Comitato di Gestione dei Pneumatici Fuori Uso (PFU), ha pubblicato sul proprio sito (http://www.pneumaticifuoriuso.it/) l’elenco aggiornato dei soggetti abilitati alla raccolta e gestione dei PFU per l’anno 2016, con la riserva di renderlo definitivo all’esito di tutte le ulteriori verifiche che dovesse ritenere necessarie e/o opportune anche sulla documentazione prodotta dagli operatori a corredo della richiesta di adesione al servizio.

L’elenco comprende i soggetti che dovranno essere attivi, nell’ambito regionale per cui si sono proposti, per l’anno 2016.

Per informazioni: Ufficio Ambiente, Silvia Santangelo tel. 0376/3179140 [email protected]

crop_2830331_1311176342Sono stati pubblicati i nuovi importi dei contributi ambientali da applicare dal 1/1/2016 per la gestione dei pneumatici fuori uso (PFU) nel mercato del ricambio dei Consorzi Ecopneus e Ecotyre. I nuovi importi, sensibilmente diminuiti rispetto a quelli applicati fino al 31/12/2015: scarica le nuove tabelle di importi.

Ricordiamo che:

– l’importo è fissato in Euro/pneumatico (IVA esclusa) a seconda delle diverse tipologie e del peso dei pneumatici;

– l’importo del contributo deve essere indicato sul documento fiscale (fattura/scontrino fiscale/ricevuta fiscale) di vendita dei pneumatici in riga separata, con la seguente dicitura “contributo ambientale ai sensi dell’art. 228 del D. Lgs. 3 aprile 2006, n. 152”, in tutti i passaggi di commercializzazione dei pneumatici nel mercato del ricambio fino al consumatore finale (produttore/importatore pneumatico -> distributori -> gommista/autoriparatore -> utente finale).

Il Comitato di Gestione dei Pneumatici Fuori Uso (PFU), ha pubblicato sul proprio sito (http://www.pneumaticifuoriuso.it/) l’elenco aggiornato dei soggetti abilitati alla raccolta e gestione dei PFU per l’anno 2016, con la riserva di renderlo definitivo all’esito di tutte le ulteriori verifiche che dovesse ritenere necessarie e/o opportune anche sulla documentazione prodotta dagli operatori a corredo della richiesta di adesione al servizio.

L’elenco comprende i soggetti che dovranno essere attivi, nell’ambito regionale per cui si sono proposti, per l’anno 2016.

Per informazioni: Ufficio Ambiente, Silvia Santangelo tel. 0376/3179140 [email protected]