Le nuove normative cambiano il modo in cui le batterie per motociclette potranno essere vendute

>
>
>
Le nuove normative cambiano il modo in cui le batterie per motociclette potranno essere vendute

A partire dal 1 febbraio 2021 tutte le batterie per motociclette devono essere riempite dal rivenditore prima di essere vendute ad un privato o ad un soggetto che non dispone di una licenza valida.

Il nuovo regolamento Europeo EU2019/1148, infatti, dispone che non sia possibile per un privato acquistare una batteria per moto fornita con un acid pack separato.

A partire dal 1 Febbraio 2021, i privati che desiderano acquisire, possedere o utilizzare acido solforico superiore a una concentrazione del 15% avranno bisogno di una speciale licenza per farlo. Ciò significa che sarà un reato acquistare o possedere una batteria moto non riempita con un acid pack separato senza una licenza valida, poiché l’elettrolita contiene acido solforico superiore al 15% di concentrazione.La nuova normativa riguarda moltissimi prodotti in cui l’acido viene fornito in un acid pack separato insieme alla batteria. Include anche bottiglie di elettrolita separate dalle batterie. La licenza non è necessaria per le batterie sigillate in fabbrica che vengono fornite con l’acido già all’interno.

I distributori, grossisti, rivenditori e meccanici non avranno bisogno di una licenza a condizione che acquistino, importino, possiedano o utilizzino acido solforico per scopi connessi al loro commercio o alla loro attività.

Dal 1 Febbraio 2021 sarà un reato fornire una batteria moto non riempita venduta con una confezione separata di acido ai privati senza verificare che tale persona abbia una licenza valida.

  1. Privati senza una licenza valida.

È molto improbabile che i consumatori abbiano una licenza per l’acquisto di una batteria per motocicli. Pertanto, i rivenditori dovranno riempire le batterie delle moto prima della vendita al privato che non dispone di una licenza valida.

  • Privati CON una licenza valida.

Un privato con una licenza valida è autorizzato ad acquistare, acquisire o possedere batterie non riempite con confezioni di acido separate. Per ogni transazione, il rivenditore deve:

  1. Chiedere al cliente una copia digitalizzata della propria licenza e la prova di identificazione (o verificare il proprio documento d’identità elettronicamente).
  2. Verificare che la persona in possesso della licenza sia la stessa della persona sulla prova di documento d’identità.
  3. Verificare che il prodotto acquistato corrisponda alle condizioni di licenza (sostanza, concentrazione, quantità).
  4. Registrare la quantità dell’acido sulla licenza.
  5. Conservare le informazioni relative alla prova di identità e licenza per 18 mesi.

Se la batteria deve essere venduta con una confezione di acido esterna, è responsabilità del rivenditore verificare la presenza di una licenza valida e segnalare eventuali attività sospette. In caso contrario, l’azione penale potrebbe comportare un’azione penale, una multa e persino una pena detentiva.

Ultime notizie

A partire dal 1 febbraio 2021 tutte le batterie per motociclette devono essere riempite dal rivenditore prima di essere vendute ad un privato o ad un soggetto che non dispone di una licenza valida.

Il nuovo regolamento Europeo EU2019/1148, infatti, dispone che non sia possibile per un privato acquistare una batteria per moto fornita con un acid pack separato.

A partire dal 1 Febbraio 2021, i privati che desiderano acquisire, possedere o utilizzare acido solforico superiore a una concentrazione del 15% avranno bisogno di una speciale licenza per farlo. Ciò significa che sarà un reato acquistare o possedere una batteria moto non riempita con un acid pack separato senza una licenza valida, poiché l’elettrolita contiene acido solforico superiore al 15% di concentrazione.La nuova normativa riguarda moltissimi prodotti in cui l’acido viene fornito in un acid pack separato insieme alla batteria. Include anche bottiglie di elettrolita separate dalle batterie. La licenza non è necessaria per le batterie sigillate in fabbrica che vengono fornite con l’acido già all’interno.

I distributori, grossisti, rivenditori e meccanici non avranno bisogno di una licenza a condizione che acquistino, importino, possiedano o utilizzino acido solforico per scopi connessi al loro commercio o alla loro attività.

Dal 1 Febbraio 2021 sarà un reato fornire una batteria moto non riempita venduta con una confezione separata di acido ai privati senza verificare che tale persona abbia una licenza valida.

  1. Privati senza una licenza valida.

È molto improbabile che i consumatori abbiano una licenza per l’acquisto di una batteria per motocicli. Pertanto, i rivenditori dovranno riempire le batterie delle moto prima della vendita al privato che non dispone di una licenza valida.

  • Privati CON una licenza valida.

Un privato con una licenza valida è autorizzato ad acquistare, acquisire o possedere batterie non riempite con confezioni di acido separate. Per ogni transazione, il rivenditore deve:

  1. Chiedere al cliente una copia digitalizzata della propria licenza e la prova di identificazione (o verificare il proprio documento d’identità elettronicamente).
  2. Verificare che la persona in possesso della licenza sia la stessa della persona sulla prova di documento d’identità.
  3. Verificare che il prodotto acquistato corrisponda alle condizioni di licenza (sostanza, concentrazione, quantità).
  4. Registrare la quantità dell’acido sulla licenza.
  5. Conservare le informazioni relative alla prova di identità e licenza per 18 mesi.

Se la batteria deve essere venduta con una confezione di acido esterna, è responsabilità del rivenditore verificare la presenza di una licenza valida e segnalare eventuali attività sospette. In caso contrario, l’azione penale potrebbe comportare un’azione penale, una multa e persino una pena detentiva.